sabato 24 dicembre 2016

Il Senso del Natale - ma ha senso?

In questi giorni tutti continuano a parlare delle Feste, del Natale...

Ci si ammazza per trovare regali per persone di cui non ci importa nulla - e per cui a nostra volta siamo nulla.

Si deve far visita o ricevere in casa gente che se non l'hai vista in tutto un anno, un motivo ci sarà.

Poi arriva il solito tipo "profondo" - un giornalista vaticanista, un prete, o una suora... che ci viene a ricordare che non è quello il Senso del Natale.

Secondo loro, le cose stanno più o meno così:

Dio - che "ovviamente" esiste, ci assicurano - ci crea insieme al resto dell'Universo, pur sapendo che avremmo fatto dei casini: cosa che puntualmente accade.

Allora, per sistemare le cose, manda Suo Figlio - che poi è sempre Lui, sembra - facendolo nascere da una ragazza di dodici, tredici anni, ancora vergine (e che tale rimane!), e per di più già fidanzata ad un altro uomo.

Il quale uomo accetta le corna (divine, ma sempre corna) senza fare un plissé.

La coppia va a cacciarsi in un buco dimenticato da tutti, e in un tripudio di son et lumiére mette al mondo il Figlio di Dio - che però è anche Dio.

Insomma, abbiamo;

  1. Un Dio che vuol rimediare a un pasticcio che avrebbe potuto evitare;
  2. Un'inseminazione artificiale eterologa ante litteram;
  3. Una madre adolescente;
  4. La quale madre è anche semprevergine - tipo un sempreverde?
  5. Un uomo decisamente avanti per i tempi - si tiene il figlio di un altro!
  6. Una famiglia non-tradizionale
  7. Un bambino in crisi d'identità - io, Figlio, o Dio?

Tanti anni fa ci credevo, senza batter ciglio.

Ma se te lo ripeti per anni e anni, a un certo punto ti chiedi: ma ha senso questo Senso?

Manco Beautiful - o One Tree Hill, per i più giovani.

Forse meglio pensare ai regali, va'.

E a voi, quale Senso del Natale fa... meno senso?

Nessun commento:

Posta un commento